Una Giornata a Chianciano

(nb: articolo recuperato, ad opera di Sergio Rocchetti, pubblicato in data 7 Aprile 2018)

Cari scacchisti come da tradizione Chianciano si conferma terra di conquista per noi Furiosi!!

Una piccola delegazione di scacchisti poco Orlandi molto Furiosi…si e’ diretta all’alba verso Chianciano dove si tenevano i campionati Italiani di scacchi Rapid.

L’ orario di partenza quasi proibitivo per una giornata di festa….ha sicuramente dato quel pizzico di grinta in piu’ per fare bene….

Il Campionato Italiano Rapid era ospitato all’ interno del Palamontepaschi una tensostruttura capace di ospitare fino a 400 giocatori già utilizzata precedentemente per i campionati italiani giovanili.

Già all’ ingresso riconoscevamo i volti dei giocatori della Nazionale Olimpica e avvicinandoci abbiamo avuto il piacere di parlare personalmente con i vari Brunello, Vocaturo, Dvirnyy, Moroni ed altri scacchisti di fama internazionale.
Un buon caffè in compagnia dell’ ottimo organizzatore GM Roberto Mogranzini ed eravamo tutti pronti per iniziare il campionato italiano Rapid.
Tutto sembrava procedere come previsto infatti al primo turno di bianco perdo con il Maestro Fide Santagati.
Un leggero effetto sommergibile…. Mi porta ad affrontare almeno per il turno successivo un NC che liquido senza particolari problemi.
Non mi dilunghero’ molto…. Dico soltanto che da questo momento in poi, ho inanellato una serie di vittorie ed una patta con il MF Di Benedetto Edoardo che mi ha portato ad essere il miglior giocatore per variazione elo di tutto il torneo (+2,71).
Vorrei soffermarmi con voi invece sul settimo ed ultimo turno….
‌Avevo appena vinto la sesta partita contro il Bosniaco naturalizzato Senad Doric in Dodicesima scacchiera.
Non avrei mai immaginato, anche se lo desideravo di poter salire i gradini di quelli ‘forti’ e sedermi davanti ad uno di ‘quelli veri’.
Il ‘miracolo’ di Chianciano questo anno mi ha regalato la possibilità di giocare in una competizione ufficiale contro il GM e campione Italiano Luca Moroni.
L ’emozione era evidente e avevo voglia di non farmi sfuggire questa occasione e di continuare a fare bene.
Purtroppo ha prevalso come da pronostico il GM Luca Moroni non senza preoccupazioni…. Pero’!!
Un piccolo successo questo per me e per chi faceva il tifo…!!
Nella partita mi sono schierato come consuetudine con un Benko… Una sorta di 4-3-3 scacchistico.
Apertura aggressiva e non adatta ai deboli di cuore, mi ha permesso di tenere incollato al tavolino anche il GM Moroni che non senza difficoltà ha comunque raggiunto un posizione superiore.
Posso aggiungere che al termine della partita i complimenti di un Dodo Di Benedetto sono stati per me motivo di grande soddisfazione.
Di seguito la partita del settimo turno Moroni – Rocchetti. A58 Fully Accepted Var., Benko Gambit


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*